martedì, Giugno 25, 2024
HomeLavoro e sicurezzaExcelsior, oltre 350 mila assunzioni a dicembre. Incremento del 7% in un...

Excelsior, oltre 350 mila assunzioni a dicembre. Incremento del 7% in un anno

Il recente Bollettino mensile del Sistema informativo Excelsior, elaborato da Unioncamere e Anpal, pubblicato nelle ultime ore, conferma che i settori di turismo e commercio mantengono la loro posizione di leader nelle assunzioni durante il mese di dicembre.
Tuttavia, il panorama presenta ancora diverse criticità, con un tasso di difficoltà delle imprese nell’assunzione che si attesta al 48,5%, evidenziando un aumento del 3,3% rispetto all’anno precedente. Un quadro ancora più critico emerge tra i giovani, con una difficoltà di reperimento del personale che raggiunge il 51%. Le assunzioni programmate per dicembre ammontano complessivamente a 352.340, con un incremento del 7% rispetto all’anno precedente. Il tasso di crescita su base trimestrale è più moderato, registrando un aumento del 6,9% nel periodo che va da dicembre 2023 a febbraio 2024, con un totale previsto di 1.293.040 nuove entrate. Il settore industriale segna un aumento del 4,7% rispetto all’anno precedente, evidenziando una notevole crescita nell’abbigliamento, tessile e calzature (+34,4%) e nella meccatronica (+18,6%). Le costruzioni, al contrario, registrano un calo del 2,4%, con un totale previsto di 30.170 entrate. Complessivamente, le assunzioni programmate nell’industria ammontano a 92.850 per il mese di dicembre e 406.930 nel trimestre dicembre 2023 – febbraio 2024, con un aumento del 3,0% su base annua. Il settore dei servizi mostra una crescita del 7,8%, con performance eccellenti nei media e nella comunicazione (+19,3%) e nel commercio (+13,1%). Il comparto dell’alloggio, ristorazione e turismo si conferma come il principale assuntore, con 70.260 nuove assunzioni a dicembre. Complessivamente, le entrate programmate sono 259.500 per dicembre e 886.110 nel trimestre dicembre 2023 – febbraio 2024, con un aumento del 8,8% rispetto all’anno precedente. Si registra un aumento significativo del 18,2% nella richiesta di lavoratori immigrati, passando dai 62.000 profili ricercati a dicembre 2022 agli attuali 72.000 (+11.000). I settori che maggiormente cercano manodopera straniera sono i servizi operativi di supporto a imprese e persone (32%), i servizi di trasporto, logistica e magazzinaggio (27,6%) e le costruzioni (26,5%). Per quanto riguarda i contratti offerti, il 53,5% delle entrate previste è rappresentato da contratti a tempo determinato, seguiti da quelli a tempo indeterminato (23,28%), di somministrazione (7,7%) e di apprendistato (5,6%). La mancanza di candidati rimane la causa principale delle difficoltà (31,5%). Gli indirizzi di studio che garantiscono i migliori esiti occupazionali nel mese considerato sono quelli economici tra i percorsi universitari, amministrazione, finanza e marketing per il diploma secondario e ristorazione per la qualifica o diploma professionale. Sono previste anche 3.100 assunzioni da parte degli ITS (Istituti Tecnici Superiori), mentre il 20% delle assunzioni programmate riguarda lavoratori con solo la scuola dell’obbligo.

RELATED ARTICLES
- Advertisment -
Google search engine

Most Popular

Recent Comments

Vai alla barra degli strumenti